1 – Quando si possono piantare le rose?

Le rose acquistate a radice nuda, o anche nei “sacchetti”, devono essere piantate subito al momento dell’acquisto, nel periodo che va da Dicembre a Febbraio, anche se fa freddo, purchè il terreno non sia gelato; se il terreno è gelato, si possono conservare per un certo periodo come indicato negli “Appunti di coltivazione” numero 1.

Le rose coltivate in vaso sono invece trapiantabili tutto l’anno.

2 – Le rose che esposizione richiedono?

L’esposizione migliore è est-sud/est, in modo che la pianta riceva almeno 5/6 ore di sole.

3 – Se ho la casa in montagna, posso piantare le rose?

Certamente sì, fino ad almeno 1400-1500 metri di altitudine.

4 – Ma il gelo le danneggia?

Le rose sono piante molto resistenti, e non temono un gelo “normale”. Se la temperatura scende sotto i – 10/12° , sarà meglio proteggerle con una pacciamatura, altrimenti non ci sono problemi.

5 – Si possono coltivare le rose nei vasi?

Certamente sì, l’importante è che il vaso sia soprattutto profondo, almeno 35-40 cm. E ben drenato.

6 – Che tipo di terreno richiedono le rose?

L’ideale è una buona terra da giardino, ben drenante.

Nei vasi, va bene il terriccio universale con l’aggiunta di un 10% di terra più pesante, tipo appunto la terra da giardino.

7 – Ogni quanto devo annaffiare le rose?

Non si può stabilire un intervallo di tempo prefissato. Le rose amano stare umide ma non fradice, quindi le innaffiature dovranno tenere conto della situazione meteorologica quotidiana.

Quando c’è molto vento le innaffiature devono essere intensificate per evitare la disidratazione delle piante.

8 – Le rose si ammalano facilmente?

Se sono ben nutrite e ben coltivate, le rose sono resistenti a molte malattie. In ogni caso è sempre consigliabile effettuare qualche trattamento preventivo, cioè quando la pianta è ancora sana, per evitare le malattie fungine, trattamento che dovrà essere effettuato in primavera.

Per i parassiti animali, non è possibile fare prevenzione, quindi si dovrà intervenire solo se e quando l’insetto è presente sulla pianta.

9 – Come devo nutrire le mie rose?

Al momento dell’impianto è opportuno mettere sul fondo della buca, e poi coprire con un bello strato di terriccio, del buon letame ben maturo, addizionato di un pugnello di cornunghia.

Questo tipo di concimazione sarà opportuno ripeterla ogni anno all’inizio dell’inverno, naturalmente in superficie.

In primavera, e alla fine dell’estate, sarà invece opportuno utilizzare un buon fertilizzante ternario, specifico per rose e comunque con una buona percentuale di potassio, per aiutare la fioritura.

10 – Le rose sono difficili perchè devono essere potate.

La potatura non è strettamente indispensabile, tanto è vero che in natura le rose se la cavano benissimo senza. La potatura ha lo scopo di dare alla pianta una forma più gradevole, e comunque adeguata allo spazio disponibile. Altro scopo della potatura, come per molte altre piante, è quello di stimolare l’emissione di nuovi getti robusti.

Per questi e per altri argomenti, vi rimandiamo agli “Appunti di coltivazione” che potrete trovare in questo stesso sito.